Dolce come il fiele

Data di pubblicazione: luglio 2019
Autrice: Sara P. Grey
Edizione: prima
Casa Editrice: Dri Editore
Categoria: chick-lit romance, rosa, contemporaneo
Formato: ebook (esclusiva kindle) e cartaceo
Pagine edizione cartacea: 277
Autoconclusivo

Pubblicato a luglio 2019 da Dri Editore, Dolce come il fiele segna il mio esordio come autrice pubblicata da casa editrice, e lo fa col botto!

A distanza di un anno dolce rimane uno dei romanzi più amati dalle mie lettrici, un chick-lit frizzante e divertente, lettura ideale per accompagnare le giornate di vacanza o per trascorrere una serata in “dolce” (appunto) compagnia.

Il romanzo è di ambientazione contemporanea, le vicende si svolgono a Milano, durante lo shooting di un talent show culinario, “The next sweet Thing”. La protagonista, Amalia, si ritrova suo malgrado, vittima di un ricatto, a partecipare allo show… e a incrociare i mestoli con l’aitante e tragicamente irritante chef Ardanti, giudice e stella del programma.

Immediatamente ribattezzato Chef Ardente da Amalia (e dal suo migliore amico, Misha, di cui vi consiglio di non perdere le battutine piccanti), Lorenzo Ardanti fa di tutto fin da subito per mettere i bastoni fra le ruote all’ultima arrivata. Che non la voglia nella sua cucina è un dato di fatto, che non veda l’ora di averla fra le lenzuola uno spiacevole contrattempo.

L’ambivalenza dei sentimenti dei due protagonisti è ben rispecchiata dal titolo, i due infatti si scambiano battute al vetriolo ricoperte di glassa zuccherina che dissimula, ma solo al primo morso. Scambio dopo scambio, contrattempo dopo contrattempo, Amalia e Lorenzo si ritrovano legati da qualcosa di più di un “semplice” odi et amo lavorativo.

Proprietà esclusiva di Sara P. Grey –
all credits reserved

Chi dei due la spunterà? Lorenzo che vuole buttare Amalia fuori dal programma, dalla pasticceria e dalla sua vita, o Amalia, che è animata dal sacro fuoco del desiderio di rivincita, e non è disposta a rinunciare ai propri sogni per niente e nessuno, nemmeno per il sexy chef ardente?

ps. in caso lo abbiate già letto o ne vogliate un assaggio per capire che aria tira in quella pasticceria… potete sempre scaricare la raccolta “A libro aperto Café” che contiene una novella interamente dedicata a Amalia e Misha, il migliore amico nonché business partner d’eccezione. Prometto risate, qualche lacrimuccia, e un lieto fine (pan)pepato che vi farà brillare gli occhi!

SINOSSI & link di acquisto:

ESISTE LA RICETTA PERFETTA PER L’AMORE?

«Sono dolce come il fiele?»
«E altrettanto letale» le mormorò lui sulle labbra. «Ma va bene anche se non c’è antidoto, non voglio curarmi più…»

INGREDIENTI:

  • 1 chef pâtissier dal caratteraccio impossibile (a temperatura ambiente)
  • 1 pasticcera adorabilmente testarda (NON agitare prima dell’uso)
  • Zucchero e fiele q.b
  • Peperoncino 1 pizzico

PER STUZZICARE/DECORARE:

  • Scarpe rosse 1 paio
  • Divisa da chef, che metta in risalto i muscoli – a piacere
  • Asciugamano 1, il più striminzito possibile

PROCEDIMENTO:

Gettare lo chef e la pasticcera sotto i riflettori del talent show culinario più gettonato della stagione, mescolare con abbondanti battutine e un pizzico di agrodolce e lasciar macerare nel disdegno reciproco fino a che non cominciano a far scintille. Ottenuta la miscela esplosiva, gustare con abbandono. E non ti preoccupare se sembra la ricetta per un disastro assicurato, alcune delle preparazioni più riuscite della storia sono il risultato di errori inaspettati…

Scopri DOLCE COME IL FIELE, in esclusiva su Amazon, in formato digitale e cartaceo, gratis con Kindle Unlimited!

Chi lo ha letto ne parla così:

COSA HO IMPARATO DA ‘DOLCE COME IL FIELE’ ?
‘LA FELICITÀ NON È QUALCOSA DI UTOPICO, ANZI RISIEDE NEI PICCOLI GESTI E NEI NOSTRI SOGNI, MA LO DIMENTICHIAMO, ESSENDO TROPPO PRESI DAL VOLER ESSERE I MIGLIORI E NON DELUDERE LE ASPETTATIVE ALTRUI. IN POCHE PAROLE I SOGNI NON DEVONO IMPOLVERARSI NEL CASSETTO, ANZI DEVONO ESSERE IL NOSTRO PRESENTE, NONCHÉ QUELLE SCELTE GIUSTE O SBAGLIATE PER LE QUALI POTREMMO DIRE COMUNQUE VADA DI AVER VISSUTO PER DAVVERO E DI NON AVERE RIMPIANTI DOMANI’.

DA ACQUOLINA IN BOCCA

LEGGENDO QUESTO BEL ROMANZO NON SI PUÒ FARE A MENO DI PROVARE UN CERTO LANGUORINO NELLE PROFONDITÀ DELLO STOMACO, MI È PASSATA DAVANTI OGNI LECCORNIA PREPARATA DALLA BRAVA E COMBATTIVA AMALIA E DEL SUO “NEMICO” , L’AFFASCIANTE CHEF LORENZO, ALLE PRESE CON UN TALENT TELEVISIVO CULINARIO A CUI LEI È STATA COSTRETTA A PARTECIPARE. DUE PERSONAGGI CHE MI HANNO SUSCITATO SUBITO SIMPATIA E ILARITÀ. LO SI DIVORA IN POCHI GIORNI DA QUANTO È SAPORITO E SARA HA UNO STILE PIACEVOLE E IRONICO.
(AMAZON REVIEW)

ROMANTICO E PICCANTE

NON RIMARRETE DELUSI DA QUESTO LIBRO! LA TRAMA È SCOPPIETTANTE, BEN ARTICOLATA, “CONDITA” (È PROPRIO IL CASO DI DIRLO!) CON DIALOGHI FRIZZANTI E DIVERTENTI. LA STORIA FRA LETIZIA AMALIA VISCONTI E LO CHEF LORENZO ARDANTI, ANCHE DETTO IL MAGNIFICO, CHEF ARDENTE, UN UOMO DEGNO DELLA COPERTINA DI GQ, SI SROTOLERÀ DAVANTI AI VOSTRI OCCHI, TENENDOVI INCOLLATI FINO ALLA FINE.
(AMAZON REVIEW)
https://amzn.to/2YwqTij

Re-cover reveal: “Speakeasy: amori, gangsters & lustrini” by Sara P. Grey

Maggio, mese del cambio armadio e… delle cover dei romanzi, a quanto pare, almeno se lo chiedete a me: ogni tanto dare una “rinfrescata” al vecchio è un ottimo modo per ridargli nuova linfa, fargli prendere una boccata d’ossigeno e, perché no, gratificarlo di qualche attenzione in più, che non guasta mai, giusto? A distanzaContinua a leggere “Re-cover reveal: “Speakeasy: amori, gangsters & lustrini” by Sara P. Grey”

Iris Bloom sono io!

Data di pubblicazione: 22 aprile 2022Autrice: Sara P. GreyEdizione: primaCategoria: narrativa contemporanea, romanzo rosa, chick-lit romanceFormato: ebook (esclusiva kindle) e cartaceoPagine edizione cartacea: 244Autoconclusivo Iris Bloom sono io! è il mio nuovo romanzo in uscita il 22 aprile 2022 che vi terrà compagnia con leggerezza raccontandovi le strambe (dis)avventure di… Iris Bloom, appunto. Chi èContinua a leggere “Iris Bloom sono io!”

Scrivere: che mestiere del piffero!

Riflettevo in questi giorni su quanto l’attività dello scrivere sia da una parte da trattare come un lavoro vero e proprio – con orari, metodo, costanza e professionalità – e dall’altra soggetta all’imprevedibile incostanza di quella brutta roba chiamata “ispirazione”. O voglia di scrivere. O anche, quando la voglia c’è ma a latitare sono leContinua a leggere “Scrivere: che mestiere del piffero!”